Giovedì, 08 Gennaio 2015 00:00

Allattamento al seno: prepararsi per tempo aiuta!

Allattare al seno è per una donna un'esperienza travolgente e stravolgente, almeno quanto lo è diventare una Mamma.

Allattare può essere bellissimo;  un momento esclusivo, di intima condivisione di se con il proprio bambino e molto molto di più.

Madre Natura ha pensato a tutto e tante sono le mamme che non hanno nessun problema durante il periodo dell'allattamento, però non è infrequente che nelle prime settimane, a causa e di posizioni errate (il pupo non si attacca nel modo giusto) o semplicemente per una pelle troppo disidratata, compaiano le ragadi.

Le ragadi sono delle piccole ulcerazioni a forma di fessura, molto dolorose e spesso sanguinanti che, in un tessuto come il capezzolo di una madre che allatta ogni due-tre ore, non hanno il tempo di guarire spontaneamente.

Per ridurre le probabilità che si formino le ragadi, è buona norma idratare con cura il capezzolo al fine di "ammorbidirlo" a partire dalla 34°settimana una volta al giorno e continuare nel primo mese di allattamento, al ritmo delle poppate.

Ma cosa usare per preparare il capezzolo e durante l'allattamento?

In molti consigliano l'utilizzo di lanolina pura, che avrebbe il vantaggio di poter essere lasciata e non lavata dal seno al momento di attaccare il bebè, poiché innocua: alle mamme che mi chiedono consiglio io rispondo chiedendo se noi stessi mangeremmo la lanolina (sostanza dalla consistenza simile a cera estratta dalla lana di pecora) solo perché innocua...Inoltre, chi l'ha usata (io stessa l'ho utilizzata prima di formulare una mia crema) sa quanto sia difficile da applicare ed ancor più da togliere!

Un'alternativa alla lanolina pura è rappresentata da vari oli vegetali: l'Olio di Mandole Dolci per esempio è un ottimo elasticizzate della pelle ed io lo consiglio alternato ad miscele di oli "più strong" durante tutta la gravidanza per prevenire le smagliature, ma non sul capezzolo dove è preferibile una crema grassa (non un unguento che sarebbe troppo grasso).

Io consiglio di preparare il seno, dalla 34°-35° settimana utilizzando la crema da me formulata e prodotta nei nostri Laboratori, che contiene una miscela di sostanze inerti e Calendula TM 20% che opportunamente miscelate, danno vita ad una crema grassa abbastanza da ammorbidire il capezzolo, e allo stesso tempo facilmente asportabile al momento dell'allattamento.

Se però nessuno vi ha raccontato tutto questo per tempo e le ragadi sono già arrivate, vi propongo un'altra crema sempre prodotta da noi, e ahimè, da me personalmente provata oltre che formulata: si chiama Cicacream, contiene diverse piante medicinali ed ha un potere cicatrizzante davvero incredibile.

Concludo ricordandovi che se vi trovate nelle vicinanze e dovete allattare il vostro cucciolo, siete le benvenute!!

Devi effettuare il login per inviare commenti

SFbBox by enter-logic-seo.gr